Una volta terminata l'operazione immobiliare (dopo che tutte le unità immobiliari saranno state vendute come previsto dal Business Plan), avverrà l'exit, ovvero il rimborso agli investitori del capitale investito e la liquidazione del rendimento generato (ROI).

Ma come avviene l'exit (e la relativa corresponsione del rendimento)?

Nel caso dell'equity crowdfunding si presentano due possibilità.

  • Qualora la raccolta di capitali sia stata effettuata dalla Società che sviluppa direttamente l’operazione immobiliare (investimento diretto), alla conclusione positiva dell'operazione, la Società che ha sviluppato il progetto sarà messa in liquidazione e il patrimonio finale sarà ripartito fra tutti i soci, secondo quanto previsto nello statuto.

  • Nel caso in cui la raccolta di capitali sia stata effettuata da una Società che non sviluppa direttamente l'operazione immobiliare (società "A"), quest'ultima investirà l'ammontare raccolto nella società che si occupa dello sviluppo immobiliare (società "B") - (investimento indiretto). Nel momento in cui il progetto in corso avrà generato sufficienti disponibilità per rimborsare la società A, la società B potrà restituire a quest'ultima il capitale investito e, in seguito alla conclusione dell'operazione immobiliare, potrà distribuire il rendimento generato. La società A verrà così messa in liquidazione con la ripartizione di capitale e rendimento fra tutti i soci, secondo quanto previsto nello statuto.

Diversamente, in una campagna di debt crowdfunding, alla conclusione positiva dell'operazione la Società che ha sviluppato l'operazione immobiliare rimborserà all'investitore, tramite bonifico, il valore nominale del prestito concesso, maggiorato degli interessi, qualora questi non siano già stati liquidati durante lo svolgimento della campagna, a seconda delle condizioni di investimento di ogni singola Offerta.


Articoli correlati

Hai trovato la risposta?