Equity crowdfunding, debt crowdfunding e lending crowdfunding sono tre diverse tipologie di crowdinvesting che hanno caratteristiche molto diverse tra loro. 

  • Equity crowdfunding: è lo strumento che consente a chiunque di investire in una società di capitali per il tramite di una piattaforma digitale che funge da intermediario. La società che decide di finanziarsi attraverso il crowdfunding potrà così coprire il proprio fabbisogno di capitale offrendo agli investitori aggregati dalla piattaforma, la possibilità di sottoscrivere proprie azioni o quote; in questo modo l’investitore diventa a tutti gli effetti un socio ed entra quindi nel capitale di rischio dell’azienda. In Italia, le piattaforme digitali che operano come intermediari per gli investimenti in equity crowdfunding devono essere autorizzate dalla CONSOB

  • Debt crowdfunding: a partire dalla fine del 2019 è stata introdotta per le piattaforme autorizzate a svolgere l'attività di gestori di portali di equity crowdfunding, che fino a quel momento erano autorizzate ad operare come intermediari per la sola raccolta di capitale di rischio, la possibilità di operare come intermediari per la raccolta di finanziamenti tramite obbligazioni e strumenti finanziari di debito emessi da piccole e medie imprese (c.d. "debt crowdfunding"). In questo modo le società che rientrano nelle previsioni di legge, possono collocare ad esempio mini-bond tramite portali autorizzati dalla CONSOB. Nel caso del debt crowdfunding, non si investe nel capitale di rischio di una società, ma si concede a quest'ultima un finanziamento, in cambio della restituzione del capitale investito maggiorato degli interessi maturati.

  • Lending crowdfunding: anche conosciuto come P2P lending o social lending, consiste nell’erogazione di un prestito ad una società o a un individuo per la realizzazione di un determinato progetto - tipicamente attraverso la sottoscrizione di un contratto di mutuo standardizzato. Il contratto, conferisce al sottoscrittore il diritto di ricevere ad una o più scadenze, il capitale investito maggiorato di un rendimento prefissato. La normativa che regola le piattaforme che operano come intermediari per gli investimenti in lending crowdfunding è meno rigida rispetto a quella relativa all’equity e debt crowdfunding: le piattaforme di lending non devono infatti essere autorizzate dalla CONSOB per poter operare. 

Hai trovato la risposta?